SBLC

Standby Letter of Credit 

Interstar è specializzata nel settore finanziario, da oltre 30 anni offriamo soluzioni personalizzate per le esigenze commerciali dei nostri clienti. Una delle nostre soluzioni è la Standby Letter of Credit (SBLC), un documento legale che garantisce aziende attive in diversi settori dall’import/export all’edilizia.

Con il nostro team di professionisti altamente qualificati e la nostra vasta esperienza nel settore, ti offriamo una consulenza personalizzata e SBLC adatte alle tue specifiche esigenze commerciali.

Una Standby Letter of Credit (SBLC) è un documento legale che garantisce l’impegno di pagamento di un istituto nei confronti di un venditore nel caso in cui l’acquirente, o il cliente, sia inadempiente rispetto al contratto. Una Standby Letter of Credit aiuta a facilitare il commercio internazionale tra aziende che non si conoscono e che hanno leggi e regolamenti diversi. 

Le Standby Letter of Credit sono ampiamente utilizzate al posto delle garanzie, ma hanno un formato standard di lettera di credito e sono solitamente disciplinate dalle Uniform Customs and Practice for Documentary Credits (UCP). Come per le garanzie, l’utilizzo di una Standby Letter of Credit è previsto solo in caso di inadempimento di determinati obblighi contrattuali. 

Una SBLC copre il beneficiario (venditore) e offre un risarcimento finanziario in caso di inadempienza del richiedente (acquirente) rispetto all’obbligazione indicata (finanziaria o di altro tipo), ossia garantisce un risarcimento finanziario in caso di richiesta di risarcimento in conformità allo strumento e alle norme sottostanti.

Se stai cercando un modo per facilitare e proteggere il tuo business Interstar può aiutarti.

Come accedere al servizio:

Potrai accedere direttamente al servizio chiamandoci, compilando il nostro apposito form o scrivendoci: approfondiremo insieme la tua pratica con un’istruttoria rapida e risultati certi.

RWA - Ready, Willing, Able

Una lettera “Ready, Willing & Able” (RWA) attesta che una banca o un istituto finanziario sia pronto e in grado di procedere per conto di un cliente per una determinata transazione finanziaria.

Una lettera RWA dichiara che l’emittente seguirà il cliente secondo le regole stabilite e invierà lo strumento di garanzia pre-approvato quando sarà il momento. Quando è probabile che arrivi questo momento? Supponendo che tutto vada bene, la lettera RWA esprime l’intenzione dell’istituto di inviare la garanzia dopo il completamento della due diligence, una volta che tutti i contratti sono stati negoziati, concordati, firmati e controfirmati. Lo strumento firmato si sposta (copia cartacea inviata tramite corriere) come ultimo passo per raggiungere il closing finanziario.

L’invio dello strumento “operativo” è l’ultimo passo per assicurarsi la transazione, viene utilizzata quindi una lettera RWA, prima della chiusura, per mostrare l’intenzione, la capacità e la volontà dell’emittente (la vera disponibilità viene dopo) di procedere con l’impegno quando tutti i termini e le condizioni qualificanti sono soddisfatti. La lettera RWA anticipa questa azione da parte dell’emittente ed è subordinata all’accordo delle parti e delle controparti sulla transazione. Se ciò non avviene all’istituto non viene chiesto di inviare lo strumento, ma la lettera indica semplicemente che è disposta e in grado di farlo.

Pertanto, una lettera RWA dichiara l’intenzione dell’istituto di inviare lo strumento di garanzia in questione quando le viene richiesto. Ma anche in questo caso, la partecipazione dell’emittente allo strumento di garanzia è subordinata al fatto che le parti concordino preventivamente che la transazione sia stata organizzata secondo termini e condizioni reciprocamente accettabili. Non c’è nulla di direttamente vincolante, irrevocabile o “materiale” al momento dell’emissione della lettera RWA. 

Credito documentario

Il credito documentario è uno strumento di pagamento o di garanzia utilizzato prevalentemente nel regolamento degli scambi internazionali; può comunque essere impiegato anche per il regolamento di transazioni “domestiche”, e per il regolamento di operazioni riguardanti l’esecuzione di servizi.

Il Credito Documentario è uno strumento che soddisfa l’esigenza del venditore di avere il pagamento della prestazione garantito da un istituto e l’esigenza dell’acquirente di subordinare il pagamento delle merci acquistate (o dei servizi) contro presentazione, all’istituto designato, dei relativi documenti di spedizione (o, nel caso di servizi, comprovanti l’esecuzione degli stessi). È da rilevare che l’acquirente sopporta comunque il rischio di ricevere merce non conforme alle condizioni pattuite e può cercare di tutelarsi, ad esempio, richiedendo nel credito la presentazione di un certificato rilasciato da un ente terzo ‘indipendente’ incaricato di verificare il rispetto del contratto da parte del fornitore.

Nell’operazione di Credito Documentario l’emittente, che opera su mandato del proprio cliente (l’ordinante o richiedente), assume direttamente, o per il tramite di un istituto terzo, l’impegno irrevocabile di eseguire, entro un importo prestabilito e una scadenza determinata, una prestazione monetaria, a vista o a scadenza (nel caso di credito utilizzabile per pagamento differito) nei confronti del beneficiario (il fornitore della merce o il prestatore dei servizi), contro presentazione dei documenti concordati fra le parti e che risultino conformi ai termini e condizioni stabilite nel Credito (è da evidenziare che l’esame di conformità dei documenti ai termini del credito è puramente formale essendo esclusa una verifica da parte dell’istituto sull’efficacia e portata legale degli stessi).

Il richiedente si impegna a procurare all’emittente i mezzi finanziari necessari per l’esecuzione del mandato.

Il Credito è generalmente notificato al Beneficiario tramite l’istituto indicato da quest’ultimo.

Nelle transazioni internazionali l’emittente trasmette il documento Credito tramite una propria Corrispondente estera.

Il Credito può essere reso utilizzabile sulle casse dell’istituto emittente oppure agli sportelli dell’istituto del beneficiario o di un terzo soggetto. Può anche essere emesso “per negoziazione”, in tal caso il Beneficiario potrà rivolgersi a qualsiasi banca o istituto di suo gradimento per negoziare i documenti.

L’impegno dell’emittente si attiva con l’emissione del Credito e si estingue con il pagamento previsto a seguito del suo utilizzo, oppure alla scadenza nel caso in cui il beneficiario non presenti i documenti e pertanto il Credito rimanga inutilizzato.

Come funziona

Una Standby Letter of Credit viene spesso richiesta da un’azienda per ottenere un contratto. Il contratto è un accordo “standby” perché l’istituto finanziario dovrà pagare solo nel peggiore dei casi. Sebbene una SBLC garantisca il pagamento al venditore, la transazione con una persona o un’azienda con relativo pagamento della fattura o di portare a termine il contratto devono essere seguiti esattamente.

La procedura per ottenere una SBLC è simile alla richiesta di un prestito. L’istituto la rilascia solo dopo aver valutato l’affidabilità creditizia del richiedente.

Il cliente paga una commissione per l’emissione dello strumento, ed una commissione per ogni anno di validità della lettera, qualora si rendesse necessario rinnovarla. 

Vantaggi

La SBLC è spesso utilizzata nei contratti del commercio internazionale, che tendono a comportare un grande impegno di denaro e rischi aggiuntivi.

Per l’azienda che riceve una SBLC, il vantaggio maggiore è la potenziale facilità di uscire dallo scenario peggiore. Se un contratto prevede il pagamento entro 30 giorni dalla consegna e il pagamento non viene effettuato, il venditore può presentare la SBLC all’istituto dell’acquirente per il pagamento. In questo modo, il venditore ha la garanzia di essere pagato. Un altro vantaggio per il venditore è che una SBLC riduce il rischio dell’acquirente di modificare o annullare l’ordine in produzione.

Una SBLC aiuta a garantire che l’acquirente riceverà i beni o i servizi indicati nel documento. Ad esempio, se un contratto prevede la costruzione di un edificio e il costruttore non riesce a consegnarlo, il cliente presenta la SBLC all’emittente per essere risarcito. Un altro vantaggio quando si è coinvolti nel commercio globale, l’acquirente ha una maggiore certezza che la merce sarà consegnata dal venditore.

Inoltre, le piccole imprese possono avere difficoltà a competere con rivali più grandi e più conosciuti. Una SBLC può aggiungere credibilità all’offerta per un progetto e spesso può contribuire a evitare un pagamento anticipato al venditore.

Inoltre, le piccole imprese possono avere difficoltà a competere con rivali più grandi e più conosciuti. Una SBLC può aggiungere credibilità all’offerta per un progetto e spesso può contribuire a evitare un pagamento anticipato al venditore.

VANTAGGI RISPETTO A UNA LETTERA DI CREDITO:

– Una SBLC è di solito molto più semplice da configurare rispetto a una normale LC

– è sufficiente presentare i documenti in caso di insolvenza 

– meno documenti necessari, meno possibilità di discrepanze 

– più economica rispetto a una Lettera di credito 

Rischi

Per il richiedente il rischio è connesso alla possibile non conformità delle merci o dei servizi rispetto a quanto stabilito dal contratto. 

Per il beneficiario il rischio riguarda la possibilità che il compratore non paghi come definito dal contratto tra le parti. 

Come orientarsi in un panorama così variegato? Come evitare scelte operative capaci di vanificare sforzi e investimenti? Quale forma tecnica scegliere? Come predisporre correttamente un credito documentario? L’assistenza di una società di consulenza di prima esperienza vi permette di compiere le scelte più convenienti, di ottenere vantaggi economici e di aumentare la vostra competitività e affidabilità nel mercato nazionale e all’estero.

Non esitare a contattare il nostro team di professionisti, sarà in grado di rispondere a qualunque tua domanda e guidarti con trasparenza e chiarezza nel fare le scelte migliori per il tuo business.

it_IT